I nuovi media e benessere degli adolescenti in Ticino

HappyB

Nel 2020, in Svizzera, gli adolescenti hanno riportato il più alto incremento di tempo speso online degli ultimi dieci anni. Le principali attività riguardano l'uso dello smartphone e dei social media. Questo incremento di utilizzo, in parte dovuto anche ai cambiamenti d’abitudini sociali indotte dal Covid-19, fa ulteriormente riflettere sulle possibili conseguenze positive e negative dell’uso delle nuove tecnologie nei giovani in via di sviluppo. La maggior parte della ricerca a oggi focalizzata sugli effetti dei nuovi media digitali sul benessere dei giovani si è incentrata sull’assenza o presenza di malessere (“ill-being”), piuttosto che su una concettualizzazione positiva del benessere (“well-being”), come presenza di emozioni positive e felicità (benessere “edonico”), e la realizzazione del proprio potenziale intrinseco (benessere “eudaimonico”). L’obbiettivo di questo studio, nominato HappyB, è di investigare come l’uso delle nuove tecnologie, e in particolare dello smartphone e social media, sia collegato nel tempo al benessere concettualizzato in modo positivo. Per meglio capire le dinamiche sottostanti, questo progetto prevede l’attuazione di due studi longitudinali, in cui i giovani partecipanti (circa 1100 studenti liceali) sono seguiti nel tempo. Il progetto prevede anche la raccolta dati tramite l’utilizzo dell’applicazione Ethica. Il progetto, finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero per la ricerca (SNF) inizierà a gennaio 2022 e durerà 24 mesi. I dati raccolti saranno analizzati presso l’ Harvard T.H. Chan School of Public Health (Boston, USA).